L’uomo dei gol è sempre Ganz

L’Adidas Cup ha proclamato le reginette, le magnifiche quattro che giovedì a San Siro si contenderanno la seconda edizione del trofeo a iniziare dalla corazzata Epicas, campione in carica, che, dopo un girone eliminatorio così così (due ko con il Giornale), ha trovato la forma ottimale battendo 7-2 e 8-6 l’Hotel Philosopy di Maurizio Ganz autore di una cinquina di gol che lo proietta al vertice della classifica dei cannonieri. Tra i gialli di Mauro Tavola e Bebo Martinotti in evidenza i soliti Evani, Vierchowod, Eranio, Ludovico Costacurta, Conte, i figli d’arte Andrea Maldera e Luca Martinotti.
Tra Atahotels e Infront la differenza l’ha fatta un solo gol. Nell’andata 8-4 per i bianchi di Paolo Ligresti, con triplette di Donà e Sapienza e il solito Stroppa-show, insufficienti la doppietta di Andrea Locatelli e i gol di Crippa e Baldo. Nel ritorno la carica di Infront ha messo in seria difficoltà gli alberghieri che, battuti dalle doppiette di Fiore e Lombardo, hanno trovato ancora con Stroppa il gol liberatorio.
Qualificata alle semifinali anche A & G Los Angeles che col duo Cauet-Marcolin, rispettivamente 5 e 6 gol a testa nelle due partite, hanno eliminato Kiton (7-2, 6-4) priva di Leonardo, Mihajlovic e Eros Ramazzotti, con Savi che ha cercato di limitare i danni grazie a un poker di reti. Ultima semifinalista è il Ristorante Donati che ha battuto 2-1 e 3-2 lo Studio Tributario Internazionale. E il rammarico del Giornale è ancora più grande: sarebbe bastato un gol in più per poter essere nel poker delle magnifiche quattro.
Le semifinali domani a Milanello: Epicas-Atahotels e A & G Los Angeles-Ristorante Donati.