L’uomo europeo dell’era glaciale

L’uomo di Neanderthal è vissuto fra il 120.000 e il 35.000 avanti Cristo (il cosiddetto Paleolitico medio o Musteriano), solamente in Europa (qualche traccia è stata ritrovata anche in Asia centrale). Il suo aspetto è stato determinato dall’adattamento al clima freddo dell’Europa che, all’epoca, era colpita dall’ultima glaciazione. Perciò l’uomo di Neanderthal aveva una corporatura tozza, la testa piatta, l’arcata sopraccigliare molto marcata, e il naso largo. Questi uomini si dedicavano alla caccia come forma di sostentamento e, secondo le testimonianze dei reperti, non conoscevano forme d’arte ed è incerta l’attribuzione di alcune sepolture rudimentali. Cultura e tecnologia erano nettamente inferiori rispetto a quelle dell’Homo Sapiens Sapiens.