L’uomo dal pugno facile colpisce ancora

Ha il pugno facile il commerciante sanremese Paolo Iuliano, 33 anni, che per aver assestato una sventola in faccia a un ambulante cinese è finito sotto processo per lesioni, ma è già indagato dalla magistratura di Savona con l’accusa di omicidio preterintenzionale per la morte dell’imprenditore fiorentino Franco Giordani. Quest’ultimo, 61 anni, è deceduto il 3 gennaio scorso dopo 40 giorni di agonia all’ospedale San Martino per un infarto che lo ha colto qualche ora dopo essere stato aggredito e picchiato dal giovane per una lite sorta dopo un sorpasso.
Il dibattimento nei confronti di Iuliano dovrebbe aprirsi oggi. Secondo la difesa, sostenuta dall’avvocato Luigi Patrone, il giovane avrebbe aggredito il vicino di banco al mercato per difendere la moglie, a sua volta aggredita dal cinese che, pare, avrebbe voluto scaraventarle addosso un’asse di legno, nel corso di un litigio insorto per problemi di metrature.
Il legale di Iuliano contesta, poi, la prognosi dell’uomo, che a suo dire sarebbe stata inferiore ai 30 giorni. Per quanto riguarda il parallelo procedimento giudiziario, quello per omicidio, il legale attende il pronunciamento del giudice delle indagini preliminari Aschero di Savona sulla richiesta di una perizia per conto del tribunale volta ad accertare le reali cause della morte dell’imprenditore. L’aggressione si consumò su una piazzola di sosta dell’Autofiori, all’altezza di Celle Ligure, al culmine di una lite seguita al sorpasso.