L’uomo ragno perde la presa

SPIDERMAN 3
Siamo soltanto al terzo episodio e già gli sceneggiatori, in disperata, irreversibile apnea, si arrampicano sui muri alla maniera del loro spompato eroe. Troppe storie parallele e troppi personaggi inutili in un’avventura, ingarbugliatissima, di esaperante lunghezza. Il buffo Tobey Maguire, improbabile sia come timido reporter sia come ardito raddrizzatore di torti, vaga in mezzo agli (strepitosi) effetti speciali, che, ahilui, non fanno più notizia.