L’uomo sbagliato incontra il pubblico

Un libro tratto da una storia vera. Un film che racconta il libro e fa rivivere quella storia con dovizia di particolari. Beppe Fiorello che dà il suo volto a quello di Daniele Barillà, cambiando il nome, ma con la stessa intensa sofferenza. «L’uomo sbagliato», la fiction appena ritrasmessa in tv, è tratta dal caso Barillà, una storia vera raccontata dal giornalista Stefano Zurlo e che proprio l’autore presenterà al pubblico mercoledì prossimo alle 18 presso «La passeggiata Librocaffé», in piazza Santa Croce, 21 rosso a Genova. L’incontro è promosso dall’associazione Valori in rosa di cui è coordinatore l’avvocato Marina Acconci e si avvale della partecipazione del gruppo cronisti liguri e del presidente Marco Menduni. Introduce la serata Carmen Patrizia Muratore, consigliere della Regione e presidente dell’associazione Valori in rosa, mentre interverranno, oltre all’autore, Clementina Forleo, giudice per le indagini preliminari presso il tribunale di Milano, e Francesca Nanni, pubblico ministero della direzione distrettuale antimafia di Genova. Il libro è il resoconto in forma narrativa di un clamoroso errore giudiziario che ha coinvolto Daniele Barillà scambiato per un corriere di cocaina e arrestato.