L’uragano Katrina arricchisce i truffatori: volatilizzato 1 miliardo

da New York

Dovevano servire per aiutare le vittime degli uragani Katrina e Rita. Invece sono stati utilizzati per fini ben diversi da quelli umanitari. Secondo una prima stima effettuata dal General accountability office (Gao), le offerte sottratte sarebbero fra 600 milioni e 1,4 miliardi di dollari (circa 1 miliardo di euro. In larga maggioranza si tratta di aiuti concessi a persone che, in realtà, non ne avevano diritto. Ma nella maxi truffa ci sono anche grosse quantità di denaro sperperate in champagne, viaggi, partite di football, borse di Louis Vuitton e persino le spese processuali. Sotto accusa la Federal emercency management agency (Fema), incaricata della distribuzione dei fondi. In tutto si calcola che il 16% dei soldi inviati per soccorrere le persone colpite dai disastri naturali sia stato investito in maniera impropria. Fra le spese illecite registrate sulle carte di credito distribuite dal Fema ci sarebbero anche video erotici e biglietti per spettacoli hard. Un agente sotto copertura è anche riuscito a ottenere un assegno di 2.358 dollari per coprire le rate di affitto, fornendo semplicemente un indirizzo fasullo. Le cifre sono contenute in un rapporto inviato al Congresso americano, che aprirà un’inchiesta. Le persone coinvolte potrebbero essere oltre settemila.