L’utile cresce Si guarda a Est

Il gruppo Campari ha chiuso il primo semestre 2005 con un utile netto di 53,4 milioni, in crescita del 18,4% (più 20,4% a cambi costanti) rispetto allo stesso periodo del 2004. Nel semestre le vendite consolidate sono state pari a 363,9 milioni, in crescita del 2,6% (più 3,2% a cambi costanti). L'ebitda è stato di 92 milioni, in crescita del 7% (più 8,5% a cambi costanti) mentre l'ebit ammonta a 83,6 milioni, in aumento del 7,9% (più 9,6% a cambi costanti). Al 30 giugno 2005 l'indebitamento finanziario netto è pari a 355,8 milioni (da 226,7 milioni al 31 dicembre 2004). Il consiglio d'amministrazione ha cooptato Pierleone Ottolenghi quale amministratore indipendente, in sostituzione di Luca Cordero di Montezemolo che, a causa del nuovo sistema di corporate governance adottato dal gruppo Fiat, di cui Luca Cordero di Montezemolo è presidente e Luca Garavoglia amministratore indipendente, aveva rassegnato le dimissioni nel giugno 2005. Ottolenghi ha ricoperto la carica di presidente di Ubs Italia fino al 2002. L’ad Enzo Visone ha detto che la società sta ora valutando investimenti per migliorare le performance dei suoi marchi sui mercati dell'Est europeo.