Le Labèque incantano e coinvolgono con Ravel

Bolero di Ravel vuol dire ossessione d'un tema che a staffetta e ad accumulo cresce in tutta l'orchestra, e solo dopo un lungo percorso riusciamo a liberarcene con un gesto violento. Ravel ne fece temerariamente anche una versione per due pianoforti, e ora il duo più spregiudicato e inventivo della musica classica, Katia e Marielle Labèque, lo propone alla fine d'un meraviglioso disco dedicato al grande autore, aggiungendovi un pizzico felice di percussioni. La loro fantasia di timbri, di colori e di accenti ci premia, ne restiamo coinvolti. Anche perché siamo alla fine di un'ora di intelligenza, di prospettive e di languori e di affetti che il pudore di Ravel nasconde e che le nostre interpreti rivelano con discrezione e intensità.

Katia & Marielle Labèque Suonano Ravel (KML)