L'Abi punta sulla formazione: nasce la Scuola per i fondi pensione

Entro novembre il via operativo. L'obiettivo è rafforzare la professionalità e l'efficienza degli operatori del settore

Creare figure professionali del settore finanziario e produttivo sempre più qualificate per svolgere funzioni di amministrazione, direzione, controllo, responsabilità del fondo e rappresentanza degli iscritti negli organismi di sorveglianza presso le forme pensionistiche complementari. A questo mira l'accordo per la nascita della Scuola di alta formazione per gestori di fondi pensione, siglato tra Abi e l'«Universitas Mercatorum». Entro novembre è previsto il via operativo.
L'iniziativa - fortemente voluta da Abi, in considerazione del rilievo della previdenza complementare e della diffusa presenza dei fondi pensione nelle aziende del settore - intende mettere a disposizione in primo luogo le banche uno strumento di formazione professionalizzante per «gestori» di fondi pensione, anche al fine del rilascio della specifica abilitazione richiesta dalla legge. La partecipazione è finanziabile dal Fondo Banche Assicurazioni (Fondo per la formazione continua dei dipendenti del settore finanziario). La Scuola ha le principali sedi operative a Roma e Milano mentre il corso è strutturato su un monte complessivo di 165 ore entro un arco di sei mesi.