Labioplastica: è boom in Inghilterra

Negli ultimi dieci anni le richieste di un intervento per "sistemare" la parte esterna alla vagina è aumentata di cinque volte

In Inghilterra è boom di labioplastica, il "design intimo" per ridefinire, accorciare o sistemare la parte esterna intorno alla vagina, le labbra appunto. Secondo i dati diffusi dal Telegraph le procedure di riduzione labriale sono aumentate di cinque volte negli ultimi dieci anni nel Servizio sanitario nazionale britannico e, solo nel 2010, sono state registrate oltre duemila interventi chirurgici.

Nel settore pubblico gli interventi sono autorizzati solo se è accertata una evidente anomalia. Nel settore privato, invece, non è possibile scattare l'istantanea precisa della situazione, anche se le cliniche confermano un aumento di interesse delle ragazze verso le "nuove labbra". Una struttura privata ha riferito di aver ricevuto circa 1200 richieste di labioplastica solo negli ultimi quattro anni, quindi circa trecento all'anno. Invece per quel che riguarda le cause molti sostengono che la colpa sia da imputare alla pornografia e alla rappresentazione, non reale, del corpo femminile. Gli specialisti hanno più volte sostenuto che le immagini che vengono mostrate nell'hard stanno cambiando, lentamente, la percezione di cosa è normale nel corpo femminile, provocando di conseguenza delle ansie sul proprio corpo e la successiva richiesta di miglioramento.

I medici, però, spiegano che esiste un rischio particolare riguardo la labioplastica, soprattutto per quel che riguarda le ragazze. Le giovani donne, infatti, hanno ancora i loro organi genitali in via di sviluppo e intervenire chirurgicamente deve essere vietato alle minorenni a meno che "non sia strettamente necessario".

Commenti

Raoul Pontalti

Lun, 20/10/2014 - 18:10

Ma un medico dovrebbe rifiutarsi di eseguire certi interventi. E' vietato tagliare orecchie e coda ai cani per motivi estetici e invece si possono tagliuzzare le parti intime delle giovani donne per mode cretine.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mar, 21/10/2014 - 11:30

Lasciatemi dire: a che pro? Di una donna, non è certo "quella" la cosa che vedo per prima... A farmi innamorare possono essere tantissime qualità, anche caratteriali, molto più evidenti di un labbro asimmetrico, diciamo. Come si può fare per mettere un po' di sale nella zucca di certe ragazzine? Sekhmet.

claudio63

Mar, 21/10/2014 - 14:44

non sono medico ma concordo con Pontalti: sullo stesso giornale di oggi si legge della Litizzetto indagata per un maialino portato in scena e probabilmente spaventato dalle luci della scena... si proibiscono tagli alle orecchie e code a cani e gatti ma non si fa nulla per assicurare una deontologia professionale, che assicuri prima di tutto la paziente. e' da tempo che rimango perplesso di fronte al continuo proliferare di infibulazione e asportazioni dei genitali a bambine , per lo piu' africane, in Italia fatte da dottori compiacenti. Bisognerebbe intervenire piu' efficacemente a livello di ordine dei medici. e la butto ancora una volta in politica ( perche e' qui che dovrebbe servire la politica, oltretutto) le nostre Istituzioni e chi le rappresenta , proprio perche donne dovrebbero avere una piu' attenta considerazione a questi problemi...E' triste pensare che Fuffi alla fine e' piu' tutelato di una tredicenne.

claudio63

Mar, 21/10/2014 - 14:53

Non so se il primo invio e' arrivato: Concordo con Pontalti sulla protezione e guida deontologica per veterinari sul taglio di orecchie e code a cani e gatti, ma sulla completa assenza di una qualsivoglia indicazione su queste operazioni, che spesso sconfinano in vere e proprie malvessazioni su giovanette e bambine figlie di immigrati. colgo questa occasione e faccio riferimento in particolar modo alla pratica dell 'Infibulazione che viene spesso praticata da medici compiacenti e sulla quale regna il silenzio delle nostre istituzioni ed in particolare della terza carica dello stato, cosi attenta alle problematiche sulle donne. A mio modesto parere, fare politica e' sopratutto questo e non solo teorizzare sulla grammatica formale dell'articolo all/la presidente di turno. quand'anche fosse questa storiella dell'articolo determinativo una bufala della propaganda di destra, troverei ancor piu' doveroso bacchettare chi disinforma sottolineando il proprio impegno per la causa dell'uguaglianza sociale delle donne in Italia ed in Europea... certo che sapere che fuffi e' piu' tutelato di una tredicenne fa pensare.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 21/10/2014 - 16:48

Rifarsi la verginità. Il sogno di D'Alema il famigerato bancarottiere dell'MPS impunito per forza di connivenze con certa democratica "magistratura".

meloni.bruno@ya...

Mar, 21/10/2014 - 17:41

Se serve a ricucire un rapporto uoma donna perchè no!occhio non vede,cuore non duole!Il passato è passato,punto e a capo.