Il laboratorio per le «città intelligenti»

Con l’accordo tra Sergio Chiamparino, presidente Anci, e il presidente di Telecom Italia Gabriele Galateri di Genola, è stato siglato un Protocollo di Intesa per l’avvio del «Laboratorio Smart Cities». Il progetto prevede che l’Associazione, in qualità di supervisore e coordinatore, e Telecom Italia, in qualità di partner tecnologico, collaboreranno insieme ai Comuni partecipanti - inizialmente quelli di Piacenza e Prato - per individuare soluzioni progettuali innovative in grado di migliorare l’efficienza energetica, il monitoraggio ambientale, la comunicazione ai cittadini e la promozione turistica. Il «Laboratorio Smart Cities» permetterà inoltre di verificare l’effettiva applicabilità delle soluzioni progettate e di definire le linee guida funzionali all’evoluzione dei contesti urbani verso il modello di «città intelligenti». In particolare, le prime aree di intervento individuate sono, per il Comune di Piacenza, quelle relative alla comunicazione ai cittadini, con soluzioni di connettività negli spazi pubblici, al monitoraggio della mobilità e dei parcheggi, e alla videosorveglianza; per il Comune di Prato, nell’ambito della sicurezza, verranno individuate soluzioni progettuali per la videosorveglianza, il telerilevamento di eventi critici per la comunità e l’efficienza energetica.