Lacrime di coccodrillo di Fassino sull’indulto

«Non credo che con la strategia del coccodrillo si faccia lunga strada». È dura la replica del ministro Mastella al segretario ds che si è pentito sull’indulto. Secondo Fassino il provvedimento non è stato apprezzato dai cittadini perché appare «espressione di un vecchio modo di governare». Parole che hanno irritato Mastella: «Pensare all'indulto come causa dell'insicurezza che c'è nelle nostre città, francamente mi pare una spiegazione non corretta, improvvida, non corrispondente ai dati di fatto». Critiche anche da Confindustria: «Mascalzoni in libertà».