Una ladra tenta di rubare le elemosine l’anziano parroco la mette in fuga

L’ha trovata, in casa sua, vicino alla canonica con la borsa piena di soldi delle elemosine. Nuovo choc per il parroco di Sant’Erasmo a Quinto, che si è visto vittima di due straniere che hanno tentato di derubarlo. Don Giuseppe Cavalli l’altro giorno ha rivissuto il dramma di cinque anni fa, quando alcuni balordi erano entrati nella sua abitazione e l’avevano selvaggiamente picchiato.
Questa volta è stato vittima di due donne che si sono presentate in parrocchia come straniere, precisamente spagnole. Le due si sono rivolte al parroco fingendo di chiedergli aiuto. Ad un certo punto, ha raccontato il sacerdote sfogandosi con alcuni parrocchiani, una delle due si è allontanata come per un improvviso impegno lasciando l’altra a parlare con lui. Ma il parroco dopo un po’ si è insospettito ed è salito in casa dove ha trovato la donna a frugare nei cassetti e nella cassetta dei soldi delle elemosine. Il parroco nonostante i suoi 83 anni ha avuto una bella prontezza di riflessi e ha messo in fuga la ladra, che si è volatilizzata.
La brutta avventura non è stata fortunatamente drammatica come quella del 2007 il parroco sta fisicamente bene, ma certamente la paura è stata tanta.
In questi giorni, peraltro, la parrocchia di Sant’Erasmo a Quinto sta preparandosi per la visita di Don Domenico Calcagno presidente dell’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica, che proprio domani giungerà da Roma per partecipare alla funzione religiosa e incontrare i fedeli di Quinto. Un’occasione importante anche per l’anziano parroco don Giuseppe Cavalli.