Ladri fanno man bassa alla mostra di gioielli

Ammonta a circa 250 mila euro il valore dei 13 gioielli d’autore rubati nel Museo Gaffoglio di Rapallo dove è allestita la mostra «La scultura italiana nel gioiello della seconda metà del Novecento». Un bottino che può persino essere considerato relativamente esiguo, visto il valore complessivo degli 81 gioielli, esposti al primo piano del museo, che è di oltre un milione e mezzo di euro. E non sembra neanche l’azione di un Arsenio Lupin, visto che i ladri non hanno neutralizzato il sistema d’allarme (ma nonostante l’urlo della sirena non è intervenuto nessuno) e non si sono neppure impossessati dei pezzi più pregiati, tra i quali un bracciale firmato Giò Pomodoro.
Anche gli investigatori della squadra mobile di Genova, che conducono le indagini sul clamoroso colpo, propendono per l’ipotesi di ladri certo non raffinatissimi, ma sicuramente buoni conoscitori del luogo.
Alcuni degli 81 gioielli in esposizione provengono dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, altri dalle collezioni degli artisti presenti, altri ancora da collezioni private: tra questi i gioielli appartenuti a Palma Bucarelli, direttrice della Galleria Nazionale fino al 1974. I preziosi rubati, pezzi unici di difficile collocazione sul mercato, sono tutti coperti da assicurazione. (...)

segue a pagina 43