Ladri di fiori pregiati in azione a Trinità dei Monti

Rubati trentaquattro esemplari di «Rhododendron indicum» di ingente valore

Francesco Bisozzi

Si chiude con un finale a sorpresa la mostra floreale che si è tenuta in questi giorni sulla scalinata di Trinità dei Monti a piazza di Spagna. Nel corso dell’esposizione, giunta quest’anno alla sessantanovesima edizione, sono stati rubati infatti trentaquattro esemplari di azalee appartenenti al genere rhododendron indicum. Una varietà rarissima e di assoluto pregio che da quasi un secolo costituisce l’orgoglio dello storico vivaio capitolino di San Sisto che ne coltiva in tutto ben tremila e che a quanto pare deve aver stuzzicato l’appetito di qualche ladro di fiori particolarmente intraprendente. A denunciare il furto al commissariato di polizia ha provveduto il Servizio Giardini quando, al termine dell’esposizione, le piante in vaso sono ritornate nelle serre del semenzaio di San Sisto. Solo allora i periti comunali che le avevano in custodia si sono resi conto dell’ammanco.
«Si tratta di una perdita davvero ingente - riferisce una nota del Comune - per via della qualità delle essenze. Le azalee rhododendron indicum sono degli esemplari di notevole valore, peraltro assolutamente introvabili in commercio. Possiedono infatti alcune caratteristiche peculiari che sono frutto di selezioni ottenute nei laboratori comunali in numerosi anni di lavoro». Alte 4 metri e dotate di una circonferenza pari a 2 metri, le azalee rubate appartengono a una tra le varietà più grandi che ci siano e vantano inoltre una forte capacità di adattamento al clima cittadino nonché all’inquinamento atmosferico.
Pur di rimediare i tecnici comunali si sono messi subito all’opera e già a partire dalle prossime settimane verranno messi a radicare nuovi germogli delle piante. Ma per completare la collezione del vivaio capitolino di San Sisto servirà parecchio tempo. La natura com’è risaputo ha i suoi ritmi e questi non possono essere forzati in alcuna maniera. Bisognerà quindi armarsi di pazienza. È stato stimato dagli esperti che per ottenere delle azalee delle stesse dimensioni di quelle rubate sulla scalinata di Trinità dei Monti a piazza di Spagna occorreranno all’incirca dieci anni.