Ladri «nel sacco» all’Infernetto

Provano a entrare in una casa ma il proprietario se ne accorge e scoppia il Far West

Far West all’Infernetto. Arrestata una banda di quattro nomadi, tutti minorenni, che avevano progettato una «domenica di assalti in villa» alle porte del litorale. Prima il blitz in una bifamiliare di via Ponte Gardena: armati di mazze, indosso scarpe da ginnastica e tute scure, in due hanno fatto irruzione in una villetta a tre piani al cui interno, in pieno pomeriggio, erano presenti i proprietari. Ma qualcosa è andata storta. Uno dei ladri ha inavvertitamente urtato un oggetto facendolo cadere a terra e attirando l’attenzione del padrone di casa che ha chiamato il 113. I due si sono dati precipitosamente alla fuga. Fuori un complice a fare da palo in una Fiat Punto, il quarto a provare ad entrare in un’altra abitazione. A quel punto il «palo» accende il motore, gli altri tre vista la malparata salgono in auto e via a cercare di tornare verso la Cristoforo Colombo. Ma nella fuga perdono il controllo della vettura che sbanda paurosamente fino a schiantarsi su un muro di via Cimavallona. Sul quartiere fanno «cerchio» pattuglie dei carabinieri e volanti della polizia. Due dei nomadi (provenienti dai campi de La Rustica) vengono trasportati all’ospedale «Grassi» e piantonati, gli altri due inseguiti e ammanettati.