Ladro impenitente ruba anche in cella

Un tunisino di 30 anni, finito in cella di sicurezza dopo essere stato fermato dalla Polfer per aver commesso un furto, ha tentato di rubare anche da dietro le sbarre aggiudicandosi così una nuova accusa da parte della divisione polizia anticrimine. Pur d’impossessarsi del cellulare di un altro detenuto lo straniero aveva architettato un vero e proprio stratagemma, arrivando fino a costruire una sorta di canna da pesca grazie a un cordoncino sfilato dal materasso e a un paio di calzini.