Ladro rubava travestito da ninja, con arco e frecce. Arrestato

Svaligiava i casolari di campagna tra Rovigo e Ferrara. Igor Vaclavic, 31 anni, è stato arrestato ieri sera dopo l'ultimo colpo, fallito. Si presentava nelle cascine vestito completamente di nero, poi minacciava le famiglie facendosi consegnare gli oggetti di valore

Rovigo - Quando scendeva la sera si abbigliava come un ninja e armato di arco e frecce (faretra sulle spalle e coltello legato ad una gamba) depredava gli agricoltori della campagna rodigina e ferrarese. Le razzie però per Igor Vaclavic, 31 anni, si sono concluse quando i carabinieri di Rovigo l’hanno arrestato. Le sue rapine avevano creato un allarme sociale tra gli agricoltori, intimoriti dal suo abbigliamento (tutto di nero, compresa la bandana in testa) e dall’improvvisa apparizione nelle loro case del russo, che con un armamentario medioevale li obbligava a cedere oro e denari. Lui li teneva a bada con la freccia sull’arco teso. Agiva con l’imbrunire e, stando alle denunce presentate, aveva già colpito cinque volte.

L'arresto L’ultima pochi giorni fa ai danni di una famiglia in un’azienda agricola di Santa Maria Maddalena (Rovigo). Ieri sera ha riprovato, ma i due anziani agricoltori hanno reagito facendo fuggire il malcapitato. I carabinieri, che già da tempo perlustravano la campagna senza successo, hanno fatto una battuta più incisiva scoprendo l’uomo in un casolare abbandonato, dove si era rifugiato sperando di svanire come Robin Hood, il suo mito. "Nella mia carriera - ha detto un alto ufficiale - ho visto di tutto, ma questa mi mancava".