Lady Asl rivuole un posto da manager

Lady Asl di Puglia si prepara un futuro dopo i domiciliari, ai quali è relegata dal 14 gennaio con l’accusa di concussione nell’ambito dell’inchiesta sulla malasanità pugliese. Come riporta la Gazzetta del Mezzogiorno, Lea Cosentino (nella foto), 41enne ex direttrice generale della Asl di Bari, ha fatto domanda per un posto da dirigente alla Camera di commercio di Bari. In ballo c’è uno stipendio come minimo da 113mila euro l’anno. La Cosentino, dopo l’apertura delle indagini, dall’estate scorsa era andata ai vertici dell’Asi (Area sviluppo industriale) di Lecce. Poi gli arresti. Postilla: non è escluso dal bando chi ha riportato condanne o ha procedimenti penali in corso. Fatevi sotto.