Per Lady Prodi si chiudono le porte di «Domenica in»

Decisione di Del Noce. Meocci, dg della Rai: «Dobbiamo assicurare condizioni imparziali»

da Milano

Il direttore generale della Rai Alfredo Meocci chiede ai responsabili delle reti di garantire «parità di condizioni e imparzialità di trattamento nei confronti di tutti i soggetti politici» in attesa delle norme della Commissione parlamentare di vigilanza. Ma nello stesso giorno, «Domenica in» annuncia che «al centro della sedicesima puntata (in onda oggi, ndr) ci sarà un incontro con Flavia Prodi», moglie del leader dell’Unione, Romano. Quindici minuti di intervista a partire dal libro «Insieme», scritto con il marito.
Scoppia un putiferio. Alessio Butti, responsabile informazione di An, mette insieme la partecipazione a «Domenica in» della giornalista Barbara Palombelli, a sua volta moglie di Francesco Rutelli, e tuona: «Il programma principe del palinsesto domenicale di Raiuno ospiterà le seconde file rosa dell’Unione. Si predica bene, ma si razzola male, a sinistra». Nel pomeriggio di ieri, Mara Venier annuncia l’annullamento dell’intervista a Flavia Prodi. L’ha deciso il direttore di Raiuno, Fabrizio Del Noce.
Altro putiferio. Beppe Giulietti (Ds) definisce la decisione di Del Noce «una censura e una grande cafoneria». L’ufficio stampa di Prodi precisa che la signora Flavia aveva accettato l’invito derogando alla tradizione del weekend bolognese in famiglia per la contemporanea presenza del marito a Roma, a una manifestazione dei Repubblicani europei. «E Prodi è rimasto molto sorpreso dalla decisione di “Domenica in”».