Lagaccio Escrementi e scritte contro la Lega

Come sempre, silenzio. Gli atti vandalici contro la sede della Lega Nord al Lagaccio non meritano di essere censurati. Non meritano neppure un comunicatino sdegnato su carta intestata da chi scopre la democrazia a giorni alterni. La scorsa notte ignoti vandali hanno vergato scritte con la bomboletta spray accanto alla porta della sede del partito. «Lagaccio è antileghista», e ancora «La Lega Nord odia terroni e negri», senza perdere l’occasione di buttarci un errore di ortografia con «Morte a fasio». Scritte apparse quando in teoria mancavano solo poche ore alla presunta visita di Renzo Bossi nel quartiere in lotta contro la realizzazione della moschea. (...)