«Il Lago dei Cigni» con l’Opera macedone

Il Balletto dell’Opera della Macedonia, con la straordinaria partecipazione di Iana Salenko e Dinu Tamazlacaru, primi Solisti del Teatro dell'Opera di Berlino, si esibisce in uno dei più famosi e acclamati balletti di tutti i tempi: «Il Lago dei Cigni» in scena al Politeama Genovese martedì alle 21 e mercoledì alle 16. L'arte del balletto esiste in macedonia dai primi decenni del XX secolo ed è strettamente collegata alla nascita di gruppi teatrali caratterizzati da cori e ensemble strumentali. Il Balletto Macedone trae le sue origini dagli sforzi di generazioni di ballerini, insegnanti, maestri ripetitori e coreografi che sviluppando la tradizione di quest'arte l'hanno resa una parte della cultura del paese di grande originalità e autonomia. Il teatro dell'Opera della Macedonia si distingue ora, oltre che per la qualità tecnica ed espressiva, anche per l'originalità e la bellezza dei costumi e delle scenografie che, grazie al sostegno del governo Macedone, vengono rinnovate e arricchite di anno in anno. Viktor Yaremenko per lo spettacolo in scena a Genova riporta alla luce un'antica versione del balletto che inizia con un sogno che ci immergerà nella tradizionale narrazione de Il Lago dei Cigni. Una storia dal fascino eterno -l'amore contrastato tra il principe Sigfrid e la Regina dei Cigni Odette, trasformata in un uccello da un crudele mago- in una interpretazione di grande livello artistico.
Poltronissima 27 euro (più prevendita) - Poltrona 22 euro (più prevendita).