Lahoud chiede una tregua: basta massacri

Il presidente libanese filo-siriano Emile Lahoud ha lanciato ieri un appello per un cessate il fuoco «immediato» volto a fermare quello che lui ha descritto come «il massacro» nel suo Paese. «Ciò che sta accadendo in Libano è un vero massacro - ha detto Emile Lahoud parlando alla radio francese France Inter -. Israele sta per bombardare tutto, anche i vicoli, anche le ambulanze, i camion e sta per tagliarci i viveri. Tutto questo è criminale». Lahoud ha aggiunto che «Israele utilizza ogni metodo, ogni propaganda. So che si apprestano a bombardare i civili, i bambini, tutti, ed è a questi che bisogna pensare». Circa i metodi per uscire da questa situazione il presidente libanese chiede «un cessate il fuoco immediato... e poi si parlerà di tutto. Si potrà parlare di tutto ma prima bisogna fermare i combattimenti... fermare la guerra... fermare i massacri».