Lait, la denuncia di Prestagiovanni: «Nuovi organismi, nuove poltrone»

Il vicepresidente del consiglio regionale Bruno Prestagiovanni (Pdl) denuncia la «militarizzazione della società regionale per l’informatica da parte della giunta regionale». «La Lait - prosegue Prestagiovanni - ha modificato il proprio Statuto al solo scopo di dare spazio ai soliti amici. Le modifiche riguardano l’introduzione della nomina dell’amministratore delegato e l’istituzione del Comitato di indirizzo e controllo, organismi che si vanno ad aggiungere all’assemblea dei soci, al consiglio d’amministrazione e al collegio sindacale». «Appare veramente disdicevole - conclude Prestagiovanni - che a nove mesi dal voto Marrazzo effettui siffatte modifiche statutarie che non so francamente quali benefici per lo sviluppo della società potranno portare: mentre non si trovano i soldi per i servizi come quello del pagamento del ticket sanitario alla Sisal, per accontentare la sete di poltrone di qualche accolito di Marrazzo le finanze abbondano».