L'allarme di Bankitalia: debito da record a 1.661 miliardi di euro

Per il quarto mese consecutivo sale drasticamente il debito pubblico italiano: segnato un nuovo record ad aprile per 1.661,4 miliardi di
euro. Crescono anche le entrate tributarie del 6,1%

Roma - Il debito pubblico italiano sale ancora e segna un nuovo record ad aprile a 1.661,4 miliardi di euro, dai 1.646,8 di marzo. Lo comunica la Banca d’Italia nel suo Supplemento del bollettino statistico.

Debito pubblico da record Secondo le cifre rese pubbliche dall'istituto dio via Nazionale il debito pubblico italiano sarebbe salito ancora segnando l'ennesimo record ad aprile a 1.661,4 miliardi di euro, dai 1.646,8 di marzo. Il debito sale così per il quarto mese consecutivo nel 2008, portandosi a 1.661.486 milioni di euro da 1.646.811 milioni di marzo. Si tratta, in ogni caso, di una crescita in valore assoluto, mentre ai fini del patto di stabilità europeo è il rapporto percentuale del debito rispetto al Pil ad avere valore. La crescita dello stock di debito, ad aprile rispetto a marzo, è stata di circa 15 miliardi di euro, mentre rispetto ad aprile 2007 l’aumento è stato di oltre 50 miliardi di euro.

Crescono le entrate tributarie Le entrate tributarie nei primi cinque mesi del 2008 sono ammontate a 140.333 milioni di euro, in crescita del 6,1% rispetto ai 132.178 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. È quanto emerge dalla lettura dei dati del Supplemento al bollettino statistico della Banca d’Italia. A maggio, ultimo mese analizzato, le entrate sono state pari a 28.940 milioni di euro (28.363 nel maggio del 2007).