L'allarme di Padoa-Schioppa: "L'Italia perde posizioni"

Il ministro dell'Economia ammette: occorre ridurre il peso del debito pubblico, c'è bisogno di un grande investimento perché il Paese ha grandi potenzialità

Roma - «L’Italia è come un’azienda che perde posizioni nel mondo, indebitata e gravemente sottocapitalizzata». Lo ha affermato il ministro dell’Economia, Tommaso Padoa-Schioppa, intervenedo all’assemblea della Abi. Questa azienda tuttavia «ha grandi potenzialità, ma ha bisogno di uno sforzo, c’è bisogno di un grande investimento. Non c’è tempo da perdere e c’è poco da scherzare». Aggiungendo: «Abbiamo davanti a noi come italiani e non come governo un arduo compito ridurre il peso del debito e investire per lo sviluppo». L’economia italiana ha fatto dei «progressi ma molti nodi restano da risolvere»: fra questi il fatto che «persiste un ritardo con i paesi più dinamici, permangono debolezze strutturali e continua l’enorme debito».