L'altra Costa Smeralda: un tuffo nel mare più bello del mondo

Lontano dai circuiti più mondani, la punta nord-occidentale raccoglie mete con spiagge e acque da far invidia a Maldive e Caraibi

Camilla Golzi Saporiti

Gira e rigira il mare più bello ce l'abbiamo noi. In Sardegna. Orizzonti infiniti di acque che nulla hanno da invidiare a Caraibi e Maldive accarezzano più di mille chilometri di spiagge di sabbia fine alternata a massi bianchi, rosa e rossi.

Con la differenza che distano un'ora di volo o una notte di traghetto. Da nord a sud, da est a ovest, ovunque si atterri, sbarchi e vada, si «casca in piedi», grazie a quell'indovinato e forse imbattibile mix di colori, panorami e paesaggi mediterranei; di tradizione, profumi e sapori tipicamente sardi. La scelta è infinita e la certezza è che non si sbaglia mai, specie se si mira quella punta sottile e frastagliata di cale e calette che parte da Santa Teresa Gallura, guarda la Corsica, tocca dal vivo la meraviglia dell'Arcipelago di La Maddalena e scende fino al borgo medievale di Castelsardo. Qui si snoda un tratto incantato. Lontana pochi chilometri dalle luci, gli yacht e le paillettes della Costa Smeralda, si scopre l'altra o l'anti Costa Smeralda, all'anagrafe Costa Rossa.

Ancora autentica, svela spiagge, baie, insenature, borghi e porticcioli che sembrano usciti dal più bello degli acquarelli nostrani. Schizzi di blu, sprazzi di verde, petali di fucsia. Tocchi di ocra, punte di arancio, note di giallo. È un angolo magico, un sogno di sabbia e mare. Da scoprire, girare e godersi.

A partire da Santa Teresa Gallura, con la sua Torre Aragonese affacciata sulla spiaggia di Rena Bianca e le sue viette attorcigliate. Una foto, un tuffo, un giro tra botteghe e localini e via, verso Capo Testa. Una strada panoramica di quattro chilometri circa passa nel bel mezzo di valli verdi puntellate di massi di granito, anticipo della Valle della Luna, si stringe e, tra una curva e l'altra, sale fino al promontorio con faro e chiesetta a picco sul mare.

La vista e lo scorcio da lassù non hanno prezzo. Tra le pareti rocciose si vedono affiorare calette nascoste, con acque turchesi e cristalline, rese magiche dal contrasto con i colori lunari delle rocce erose dal Maestrale e il verde della folta macchia mediterranea. Come Rena di Ponente (o Taltana), Rena di Levante, Cala Grande, Cala di l'Ea (Cala dell'Acqua), Cala di Mezzue (Cala di Mezzo) e le insenature di Santa Reparata. A terra, a riva, nell'aria, ovunque profumo di elicriso, mirto ed erica. Diversi i colori e gli scorci che si trovano scendendo verso Badesi e Castelsardo.

Il bianco lunare lascia posto al caldo rosso, che tocca le tonalità più intense a Punta Li Canneddi, sulla spiaggia di La Marinedda e sulla selvaggia Isola Rossa. Anfratti di granito color fuoco sprofondano in acque trasparenti che dal blu sfumano verso le tonalità più accese del verde. Fierezza gallurese, questo tratto mantiene ancora salvo il suo animo e aspetto selvaggio, naturale, sopra e sott'acqua. Se a questo punto si pensa di aver visto e toccato l'apice, ecco, non è così. Perché quello arriva navigando nell'Arcipelago di La Maddalena, posto a cavallo tra Sardegna e Corsica.

Non c'è aggettivo che non sia stato usato per descriverlo. Seducente, appassionante, travolgente. Luce vivida, mare limpido con infinite sfumature di colore, brillante vegetazione di tipo mediterraneo con essenze rare. Spiagge, calette, anfratti. Pesci, relitti e siti archeologici sott'acqua.

A riva sabbia bianca e rosa, rocce granitiche scavate e modellate dal vento che qui ha carattere impetuoso: sa soffiare forte, farsi sentire e decidere il bello e il brutto tempo. La Maddalena, Caprera, regno della vela, Budelli, con la famosa spiaggia rosa, Spargi, con lo scoglio a forma di strega a Cala Corsara, Santa Maria, Mortorio, Razzoli. Qui, con in cambusa Vermentino e pane carasau, chi ama la barca e il mare vorrebbe solo fermare il tempo all'infinito.

Informazioni e prenotazioni: i Delphina Hotels & Resorts, con otto strutture a quattro e cinque stelle sul mare incorniciate nella macchia mediterranea tra la Costa Smeralda, l'Arcipelago di La Maddalena, la Costa Rossa e Badesi, offrono location, servizi, centri benessere specializzati nella talasso terapia, cucina ed escursioni che uniscono il meglio della tradizione locale e dell'accoglienza di qualità; www.delphina.it; chiusura di stagione a ottobre.