L'ambasciatore Usa Spogli: "Incoraggianti i primi passi del governo"

"Nel recente passato ho già detto che mi aspettavo un ambizioso
programma di riforme, in ambito pensionistico, scolastico e di lavoro nei primi cento giorni. A
distanza di un mese - ha aggiunto l'ambasciatore - alcuni passi sono incoraggianti come, ad esempio, la detassazione sugli straordinari"

Milano - I primi passi dell’Esecutivo guidato da Silvio Berlusconi con cui l’America "continuerà a lavorare" possono essere considerati "incoraggianti". A sostenerlo, intervenendo a un pranzo dell’American Chamber of Commerce, è l’ambasciatore degli Stati Uniti in Italia, Ronald Spogli. "Il nuovo governo italiano - ha osservato - rappresenta una opportunità per riforme economiche e sociali". Nel recente passato "ho già detto che mi aspettavo un ambizioso programma di riforme, in ambito pensionistico, scolastico e di lavoro nei primi cento giorni. A distanza di un mese - ha aggiunto - alcuni passi sono incoraggianti" come, ad esempio, la "detassazione sugli straordinari".

A giudizio di Spogli, "continueremo a lavorare con il governo Berlusconi per riforme che rendano i rapporti tra Italia e Stati Uniti ancora più forti e favoriscano gli investimenti americani in Italia", attualmente ostacolati, tra le altre cose da una sostanziale "mancanza di certezza" a diversi livelli.