Lamborghini si prepara a un anno da record

da Milano

Primo semestre con tante soddisfazioni per Lamborghini Automobili. La casa emiliana ha collezionato un altro record di consegne a livello mondiale con un incremento delle vendite del 30% a 1.239 vetture. «Questi risultati - commenta il presidente e amministratore delegato Stephan Winkelmann - confermano che abbiamo imboccato la direzione giusta per superare il primato record del 2006, in cui sono state consegnate 2.087 vetture». Anche la rete di vendita Lamborghini si trova in una fase di ulteriore sviluppo.
A oggi sono 105 i concessionari Lamborghini a livello mondiale, contro i 65 punti vendita del 2004. La continua richiesta dei modelli Gallardo e Murciélago, e in particolare della nuova Gallardo Superleggera, è alla base dell’importante risultato commerciale ottenuto nei primi 6 mesi dell’anno e lascia presagire un ulteriore record di vendite a dicembre. Nelle scorse settimane, intanto, Lamborghini ha celebrato nella sua sede di Sant’Agata Bolognese l’annullo del francobollo dedicato alla mitica Miura. Il francobollo riproduce lo storico scudo raffigurante un toro su fondo nero. Il francobollo dedicato alla Miura appartiene alla serie tematica «Made in Italy» e la tiratura sarà di 3,5 milioni di esemplari. Fondata da Ferruccio Lamborghini nel 1963, l’azienda emiliana, dopo aver conosciuto anni difficili, è da circa un decennio sotto l’egida del gruppo Audi. Periodo durante il quale ha saputo riemergere dalle difficoltà grazie a un’organizzazione solida gestita dal presidente Winkelmann e a nuovi prodotti che qualitativamente hanno consentito alla società di consolidare quella che è ormai una vera leggenda automobilistica.