LamentaMi, i mugugni diventano show

CORO Le rimostranze sono state raccolte via e-mail, la Provincia ha dato il suo patrocinio

Dal traffico allo smog, dai parcheggi alle piste ciclabili. E poi i prezzi, l’Atm, l’Ecopass, persino l’Expo. La lista delle lamentele è ancora lunga: l’importante è «canticchiarla» con ironia. Tutti insieme, in unico coro, sul ritornello di «Milano no no no».
L’idea nasce da due giovani milanesi: Ivan Merlo, 27 anni, titolare e anima registica della casa di produzione The Tune, e Lorenzo Magnani, 35 anni, compositore e direttore artistico del progetto, che attraverso Internet e la posta elettronica (mi.lamentami@gmail.com) hanno raccolto centinaia di proteste dei cittadini e, con l’aiuto del cantautore Emil, autore dei testi, li hanno tradotti in musica. Così è nato «LamentaMi» o «Coro delle lamentele» che sabato e domenica uscirà allo scoperto con un concerto dal vivo. L’iniziativa, patrocinata dalla Provincia, non è che la versione meneghina del «Complaints Choir», il «Coro delle lamentele» realizzato nel 2005 a Birmingham dagli artisti finlandesi Tellervo Kalleinen e Oliver Kochta Kalleinen, ed esportato con successo in tutto il mondo: da Birmingham a Helsinki, da Amburgo a San Pietroburgo. E poi Gerusalemme, Melbourne, Budapest, Chicago, Singapore. E oggi anche a Milano.
«Tutto è nato quest’estate a New York – racconta l’ideatore, Ivan Merlo –. Ero in una galleria d’arte e ho visto il video dei “Complaints Choirs”. (...)