Lampade e luci ispirate ai miti degli indios amazzonici

I lavori realizzati dalla collaborazione tra famosi designer brasiliani e 78 artigiani dell'etnia Yawanawá, in mostra a Palazzo Giureconsulti fino al 14 aprile, all'interno di Brazil S/A, la finestra sul design made-in-Brazil

Realizzare una grande foresta fatta di lampade e sistemi di illuminazione ispirata ai miti e alle cosmologie della popolazione di etnia Yawanawá, che vive nei villaggi di Aldeia Nova Esperanca e Amparo dello stato di Acre, cuore della foresta amazzonica. È questo l’obiettivo con cui il progetto AGT – La Gente Trasforma Yawanawá – La forza della foresta è arrivato a Milano, a Palazzo Affari ai Giureconsulti, fino al 14 aprile all’interno di Brazil S/A, la finestra sul design made-in-Brazil.

Una vetrina importante per la collezione di lampade e sistemi di illuminazione realizzati con perle di vetro, materiale tradizionale per l’artigianato indigeno, e ispirati ai “Kenes”, grafismi geometrici figurativi attraverso cui le tribù di Yawanawá raffigurano da secoli animali e elementi della natura.

Il progetto è risultato da una stretta collaborazione tra famosi designer brasiliani, Marcelo Rosenbaum, Paulo Biacchi e Carolina Armellini di Fetiche Design e André Bastos per lo studio Nada se Leva e 78 artigiani indigeni dell’etnia Yawanawà. Assieme hanno dato vita a 9 sistemi di illuminazione dove, grazie alle moderne tecniche di progettazione e realizzazione, prendono forma, vita e luce, pitoni, serpenti, boa, coccodrilli, oche, nidi, riti sacri e la foresta...

Ogni oggetto conserva e rappresenta il significato mitologico del Kenes scelto. La coppia di coccodrilli Kape e Kapemixtihu, uno grande e l’altro piccolo, realizzati con stringhe di perle di vetro colorate e strisce di Canarana utilizzando tecniche di costruzione tradizionali degli alloggi tipici di Yawanawá, rappresenta un ponte ma anche la separazione tra popolazioni che parlano una lingua diversa.

E ancora, Nawaruku rappresenta il Kenes della Luce. Un enorme cesto di perline sostiene 15 lampade a baloon e racconta la leggenda Nãwaruku e delle origini della popolazione Nawa, nata dall’incontro di una freccia e di una mela all’interno di un cesto di paglia. Da questa freccia sarebbero sorte le diverse etnie Yawanawá, Kaxinawá, Jaminawa, Kuntanawa e Puyanawa Shanenawa, ciascuna rappresentata un animale diverso. Oppure Mayti riprende la forma e la forza del copricapo Yawanawá, un simbolo sacro, rappresentato da un’importante struttura di paglia e vite realizzata da Vinnya, responsabile del movimento per il salvataggio della cultura e dell’arte del realizzare copricapi.

"La forza della foresta” è un’iniziativa che punta a far conoscere sulla scena internazionale il saper fare artigiano dei decoratori brasiliani, coniugando le loro capacità con la creatività e la visione strategica di designer professionisti. Le lampade realizzate formano una collezione unica, commercializzata da La Lampe nei punti vendita del marchio.

Il progetto è sostenuto dal governo dello Stato di Acre e da Setul-Ac, Segreteria del Turismo e delle Attività culturali dello Stato di Acre. La mostra è organizzata con il contributo di Apex-Brasil, l’Agenzia del governo brasiliano per la promozione degli investimenti e del commercio. Gli artigiani che hanno preso parte alla progettazione e alla realizzazione della linea di sistemi di illuminazione sono stati coordinati da Aliança Empreendedora, una organizzazione non profit la cui mission è agevolare l’accesso al sistema imprenditoriale di persone e comunità promuovendo lo sviluppo economico e sociale.