Lampadine ecologiche illuminano 130 centri

Ventiseimila lampadine accese a difesa dell’ambiente. Grazie a questa meritoria campagna (denominata Piccola Grande Italia) che vede militare insieme due partner come Enel e Legambiente, centotrenta piccoli comuni lombardi saranno eco-illuminati con lampadine di Classe A. Nel dettaglio: sostituiranno le classiche «lucifere» (più «energivore» e quindi responsabili di alte emissioni di gas serra) con altre che, a parità di efficienza energetica, consumano cinque volte di meno, con evidenti benefici per l’ambiente e per le tasche delle amministrazioni. Tutto questo ha avuto inizio ieri con la simbolica cerimonia di consegna delle lampadine, donate dall’Enel ai sindaci dei centri urbani con meno di 5mila abitanti che hanno partecipato, nel maggio scorso, alla festa nazionale dei piccoli comuni, promossa da Legambiente. «Abbiamo scelto di rivolgerci alle piccole comunità - ha spiegato Alfredo Lomi di Enel - in quanto depositarie di storia, cultura, tradizioni. Volevamo, in questo modo, rafforzare il legame con il territorio e stabilire un contatto semplice e diretto con la gente». Ma sono anche le cifre a parlare dell’opportunità di questa iniziativa: le duecento lampadine consegnate ai mille comuni di «Voler Bene all’Italia» (questi i dati su base nazionale), consentiranno di ridurre le emissioni di 12mila tonnellate di anidride carbonica. Si tratta di 12 tonnellate per ogni comune e di un risparmio di circa 18mila chilowattora. «La consegna ufficiale - ha spiegato Andrea Poggio, presidente di Legambiente Lombardia - è un semplice gesto che apporta, tuttavia, un contributo significativo a un problema, quello ecologico, che tocca da vicino tutti noi»