Lampi del giovane Joel

Chi si imbatte nella ristampa di Piano Man (1973) non può non rimanere incantato dalla copertina che ritrae il giovane Billy Joel in procinto di diventare una star. Una foto in chiaroscuro sfumato, bella come un quadro. Prove generali di successo che arriva nel 1977 con The Stranger. Nel frattempo smette di farsi menare sul ring e affina la tecnica pianistica. Oltre al classico Piano Man non perdetevi You’re my home e Stop in Nevada. Suono a tutto tondo, voce cristallina, ritmica entusiasmante. Basta e avanza.