Una Lancia elegante e sportiva

La Concept Lancia Delta Hpe svelata in anteprima ieri a Venezia non è una show car, uno di quei prototipi da Salone che nella maggior parte dei casi non trovano seguito, ma una base seria di lavoro. Le sue linee disegnate dal Centro Stile della Casa diretto da Frank Stephenson prefigurano in maniera chiara l'aspetto che assumerà la nuova Delta, il cui debutto sul mercato è programmato per il secondo trimestre 2008. In chiave moderna, il concetto è quello già espresso negli anni Settanta dalla Beta Hpe, cioè di una berlina elegante, sportiva e funzionale, che fa proprie anche le migliori caratteristiche delle station wagon. Un'auto di medie dimensioni (è lunga 4,5 metri, larga 1,8 e alta 1,5), ma con una grande abitabilità soprattutto nella zona posteriore. Originali alcune soluzioni di carrozzeria come il tetto a sbalzo che ricorda i «flying bridge» degli yacht e il vetro posteriore di grandi dimensioni privo della cornice inferiore. Le bella calandra che cade verso il fascione, i fari sfuggenti e il parabrezza fortemente inclinato, la linea di cintura che sale lungo la fiancata per cadere di colpo sui gruppi ottici di coda e le cromature che contornano i finestrini danno slancio alle linee. Un abitacolo straordinariamente spazioso grazie al passo lungo (2,7 metri) assume l'aspetto di un vero e proprio salotto grazie all'impiego di materiali pregiati per i rivestimenti. I sedili scorrevoli, inoltre, consentono di ripartire lo spazio fra passeggeri e bagagliaio a seconda delle necessità. La Concept della nuova Delta è stata pensata per poter adottare un'ampia gamma di motori a benzina e Diesel, tutti sovralimentati, con potenze variabili da 120 a 200 cavalli e oltre, in abbinamento a cambi manuali o robotizzati a 6 marce. Una meccanica collaudata si gioverà inoltre di un raffinato sistema di controllo elettronico delle sospensioni.