Lancia Musa, ecco la city-limousine

da Torino

Per rinforzare la leadership di monovolume compatta più venduta in Italia, la Lancia Musa si presenta sotto gli effetti di un restyling che ne rende più eleganti i lineamenti e ne accresce la funzionalità.
La Musa edizione 2008 (proposta a prezzi che oscillano tra 14.950 e 22.850 euro) si riconosce sia per l’espressione del frontale, che anticipa con la nuova mascherina quella delle future Lancia, sia per lo sfavillio delle cromature disseminate sulla carrozzeria e per l’aspetto della parte posteriore, che è la vera artefice della metamorfosi della Musa. Infatti, è cresciuta di qualche centimetro e sotto i lineamenti, caratterizzati dalla moderna fanaleria a Led e dal nuovo grande portellone - che incastrandosi nello scudo paraurti tradisce anche una soglia di carico più bassa che agevola l’accessibilità - cela un bagagliaio molto più ampio di quello che si potrebbe credere, grazie anche all’avanzamento di qualche centimetro dell’ancoraggio della selleria posteriore. Il risultato di queste operazioni si traduce in un incremento di ben 70 litri della volumetria del bagagliaio, la cui capacità adesso rasenta quella di vetture di dimensioni ben più grosse. Infatti, oscilla da un minimo di 390 litri e, passando attraverso i 460 litri che si ottengono avanzando completamente il divano posteriore, arriva addirittura a 1.488 litri quando si ribalta totalmente la selleria posteriore. Tra questi parametri si collocano, poi, le opportunità offerte a passeggeri e bagagli dalla possibilità di spostare e ripiegare la selleria nella bellezza di 32 configurazioni differenti.
Sono, invece, ben 80 le combinazioni cromatiche che si ottengono incrociando gli allestimenti (Argento, Oro e Platino, con gli ultimi due che si declinano ancora in varianti dovute ai cromatismi interni) con le inedite tinte della carrozzeria, tra le quali ce ne sono anche quattro B-Colore.
Per personalizzare la nuova Musa si può anche contare su inediti rivestimenti interni (in tessuto tecnico, pelle o Alcantara) e tanti accessori qualificanti, come il grande tetto panoramico piuttosto che il cambio meccanico-robotizzato «Dolce Far Niente» ai quali si aggiunge il sistema Blue&Me che consente di attivare vocalmente l’impianto hi-fi con lettore MP3 e la connessione Bluetooth.
Immutata, ma varia l'offerta di motori composta dai conosciuti tre turbodiesel Multijet (i 1.300 da 70 e 90 cv e il 1.900 da 100 cv) e dai due benzina di 1,4 litri con 77 e 95 cv. A prescindere dal motore, su strada la Musa 2008 sfodera un temperamento vivace, un'apprezzabile agilità ed è sempre istintiva facile da guidare. Specie sfruttando la morbida logica City dello sterzo DualDrive nel traffico e assecondando fuori città il comportamento che privilegia soprattutto il confort. Quest'ultimo, fa registrare un sensibile progresso a livello acustico. Infatti, un inedito rivestimento fonoassorbente del padiglione ha migliorato notevolmente la coibentazione dell'abitacolo, rendendo ovattata l'atmosfera interna.