Lancio di giornali contro il sindaco Ds

Silvia Villani

Sembrava di trovarsi alle olimpiadi invernali di Torino, quando i tifosi lanciano peluche ai loro idoli. Nel parlamentino cittadino di Cinisello Balsamo però non c’era nessun fan della giunta di centrosinistra. Sul pavimento dell’aula sono atterrate le copie del periodico di informazione vicino ai Ds per rispedire al «mittente» le «false informazioni divulgate dall'amministrazione comunale». A organizzare la singolare protesta, il comitato spontaneo di via Cilea-Residenti di via Machiavelli, che da mesi si battono per il ripristino del doppio senso di circolazione di via Risorgimento. La chiusura della strada, secondo i residenti, obbliga tutte le auto provenienti dalla Brianza a transitare sotto le loro abitazioni. Il cambio della viabilità però, per il comitato, ha un sapore di beffa perché, a loro parere, con la chiusura di via Risorgimento si privilegia la zona de «Il Borgo», il complesso residenziale costruito dalla cooperativa Auprema vicina ai Ds. I residenti ieri sera, interrompendo i lavori del consiglio, hanno detto: «Ci troviamo di fronte ad una violazione del principio di uguaglianza tra i cittadini e riteniamo responsabili il vicesindaco Imberti, il sindaco Zaninello, i Ds e Rifondazione».
Ad appoggiare i cittadini, Forza Italia che ha presentato al bilancio delle mozioni per la realizzazione di una bretella per alleggerire il traffico. «La tangenzialina - spiegano gli azzurri Paolo Bonalumi e Marco Martino - avrebbe proprio lo scopo di alleggerire il traffico. Non bisogna asservire la grande viabilità agli interessi particolari».