L'Anm: "Clima che non fa bene al Paese"

L'Associazione nazionale magistrati risponde alle dichiarazioni fatte a
Milano dal presidente del Consiglio sui giudici politicizzati e sulla
Corte Costituzionale. "La magistratura non accetta classificazioni e inquadramenti forzati"

Roma - "Questo clima non fa bene al Paese": così l'Associazione nazionale magistrati risponde alle dichiarazioni fatte a Milano dal presidente del Consiglio sui giudici politicizzati e sulla Corte Costituzionale. Già qualche giorno fa rispetto alle analoghe critiche di Berlusconi, i vertici dell'Anm con una nota avevano sottolineato che "la magistratura non accetta classificazioni e inquadramenti forzati, che di volta in volta la colorerebbero di rosso o di nero, a seconda dei destinatari delle indagini; e di colore opposto quando assolve". "Per fortuna di tutti - avevano aggiunto - l'ordinamento italiano e la Costituzione vigente prevedono organi di garanzia e il controllo dell'operato di qualsiasi potere e ordine, magistratura compresa".