L'Antitrust multa Ryanair "E' pubblicità ingannevole"

L’autorità per la concorrenza ha multato per 54.100 euro la compagnia low cost per un
messaggio pubblicitario ingannevole in cui si reclamizzavano alcune tratte a 10 euro, tasse incluse. All'ammontare, però, si doveva aggiungere il costo di prenotazione con carta di credito

Roma - Dopo le polemiche sull'ultima pubblicità fatta utilizzando il "dito medio" del ministro Bossi arriva una doccia fredda per Ryanair, ma il governo non c'entra nulla. L’autorità Antitrust ha multato per 54.100 euro la compagnia aerea low cost per un messaggio pubblicitario ingannevole.

Messaggio incriminato Il messaggio in questione, comparso nell’aprile dello scorso anno sul sito della compagnia, indicava la possibilità di usufruire di tariffe promozionali per determinate tratte servite da Ryanair "a partire da 10 euro solo andata, tasse incluse". In realtà, secondo l’Antitrust, "all’ammontare di 10 euro enfatizzato nel claim principale del messaggio va aggiunta un’altra voce, relativa al costo per prenotazione con carta di credito, da corrispondere per ciascuna tratta prenotata e per ciascun passeggero". Un elemento che - stando al garante della concorrenza - rende il contenuto del messaggio ingannevole per il consumatore e tale da essere sanzionato.