Lapo Elkann «Le ultime due partite? Raccapriccianti...»

«La Juventus è una grande squadra e ha grande storia. Ora c’è bisogno che riparta come si deve. Le ultime due partite, lo dico da tifoso, sono state raccapriccianti». Lo ha detto Lapo Elkann a «l’Intervista» di Maria Latella su Sky Tg24, riferendosi alle due sconfitte subite dalla Juventus negli ultimi giorni. «A mio nonno - ha aggiunto parlando dell’Avvocato - sarebbe piaciuta la Juventus che ha giocato contro l’Inter. Non gli sarebbe piaciuta, invece, la Juventus contro il Bayern e nemmeno la Juventus di sabato sera». Quelle, ha spiegato Lapo, «non sono partite da Juve, non sono da squadra che ha un blasone come il suo. Da tifoso dico che sarebbe ora che i giocatori si dessero una mossa e comprendessero che non stanno giocando in una piccola squadra, perché la Juve ha una grande storia. I giocatori - ha aggiunto il rampollo di casa Agnelli - non stanno dando onore a questa storia, non stanno dando il meglio di loro stessi in campo e questo non è accettabile per un tifoso né per la maglia che portano. Non è ammissibile uscire dalla Champions League contro il Bayern tre giorni dopo aver vinto con l’Inter e non è accettabile perdere 3-1 a Bari come è successo al San Nicola. Non tanto perché non hanno vinto, ma per quello che hanno sprecato come occasioni. Mi piacerebbe - ha concluso Lapo Elkann - vedere in campo una squadra compatta e vorrei che ci fosse una doccia fredda per chi di dovere negli spogliatoi e che si rendessero conto che hanno una responsabilità e un dovere».