Largo ai giovani se hanno vinto un oro olimpico

Pechino. Lo spirito olimpico ha pervaso anche il Congresso del Partito comunista. Il vicedirettore esecutivo del Bocog (il comitato organizzatore delle Olimpiadi di Pechino), Liu Jingmin terrà una conferenza a margine dei lavori del Congresso per parlare dell’evento. E non è il solo. Diversi sportivi cinesi siedono fra le file dei delegati: sono giovanissimi atleti che hanno meritato l’ingresso al Partito in virtù delle prodezze sportive e del lustro procurato al Paese nelle precedenti edizioni olimpiche. Ci sono, quindi, Zhang Yining e Wang Nan, le due campionesse mondiali di ping-pong femminile premiate ad Atene nel 2004, di 26 e 28 anni. Con loro anche il pluricampione Wang Yifu, 47 anni, che si è distinto nel tiro al bersaglio guadagnando due medaglie d’oro e due d’argento, e che oggi allena la squadra nazionale. Il campione di boxe Zou Shiming, 26 anni, bronzo ad Atene, è anch’egli fra i più giovani rappresentanti comunisti. Anche se l’età di questi atleti si distacca considerevolmente da quella della classe dirigente, quest’anno il Congresso del Partito comunista ha un età media da record: oltre il 70% dei delegati ha meno di 55 anni.