Largo di Torre Argentina Protesta anti-degrado

L’associazione degli abitanti del centro storico denuncia il «degrado» di largo di Torre Argentina: dai «bivacchi ormai permanenti» al muretto di cinta dell’area archeologica su cui campeggia una fila di varie bottiglie di alcol, portate da un gruppo di giovani. «In via di S. Nicola dè Cesarini - si legge nella nota - e via Arco dè Ginnasi il degrado è assoluto, con un bivacco ormai permanente e incontrollato. Uomini e donne di varie nazionalità, specie slavi e romeni che vivono tra bottiglie e scatole di vino, escrementi e urina il cui odore invade ormai l’area. Dietro l’Arco dè Ginnasi c’è anche chi si prostituisce nell’indifferenza più atroce».