L'arte metropolitana a Milano fra graffiti, grafica e pubblicità

Allo spazio Brand Storming due artisti emergenti daranno vita, giovedì prossimo, a una <em>session</em> senza precedenti. Dai muri di strada alle gallerie d'arte, ecco le opere di Chiara Cappellini e Fabrizio Sarti

Milano - L'arte metropolitana cattura Milano. E la trasforma. Allo spazio Brand Storming due artisti emergenti daranno vita, giovedì prossimo, a una session senza precedenti. Dai muri di strada alle gallerie d'arte, ecco l'esposizione che sicuramente farà parlare molto di sé.

La creatività dell'arte metropolitana Giovedì prossimo presso lo spazio Brand Storming in via Corsico 3 a Milano tre giovani del mondo della comunicazione, Claudio Costa, Cris Nulli e Giovanni De Peverelli apriranno le porte ad una vetrina milanese di talenti emergenti con Why Not Art. Dalle ore 19 saranno i padroni di casa di un appuntamento che vuole promuovere la creatività di artisti metropolitani che, con i loro graffiti sui muri, stanno sempre più diventando esponenti della cosidetta street art. Le opere di Chiara Cappellini e di Fabrizio Sarti, il quale realizzerà anche una session di live painting, inaugurano l’apertura dell’esposizione. L’evento continuerà fino a mezzanotte con un dj set curato da dj di SAE Institute. Why Not Art nasce come momento di aggregazione per il mondo media, creativo e pubblicitario. Gli art directors, account, grafici, media buyers, giornalisti e creativi di Milano e dintorni si danno appuntamento all’evento Why Not Art, per trascorrere una serata circondati dall’arte con un drink e a tempo di buona musica.

Sui muri e sui treni Fabrizio Sarti (www.seacreative.net) nasce a Varese nel 1977. Dal 1995 esprime la sua creatività dipingendo graffiti su muri e treni della sua zona. Negli anni seguenti sviluppa questa sua passione arricchendola con studi di graphic design, e nel 2000 decide di riversare tutte le esperienze maturate in strada su supporti più tradizionali, quali tele, tavole in legno e abbigliamento, dando così inizio inconsapevolmente al progetto seacreative. Oggi vive e lavora a Milano, dove continua la sua produzione artistica con mostre e collaborazioni nei più svariati ambiti creativi.

Tra grafica e pubblicità Chiara Capellini (www.myspace.com/chiaracapellini) nasce 27 anni fa a Milano. Inizia come illustratrice per riviste italiane come Urban Magazine, Rolling Stones e Il Ventiquattro. Collabora come grafica per Bastard clothing e per Vibram soles, come creativa per l'agenzia PianoB. Ha sempre dipinto su superfici differenti, da tre anni l'affissione pubblicitaria diventa il supporto artistico principale. Ultimamente sta portando avanti due progetti: BILLBOARD creative recycling industry e il network KINGLAB.