«Lasciamole zitelle»: la protesta contro le doti troppo care

Sposarsi costa troppo perché le famiglie delle spose chiedono doti esorbitanti? Così due giovani sauditi hanno lanciato su Facebook la campagna «Lasciamole zitelle». Una forma di protesta via web per contestare le richieste sempre più esose dei famigliari delle future mogli. Secondo Rami al-Fardan e Abdallah al-Daraan, promotori dell’iniziativa, la dote rappresenta un ostacolo per molti ragazzi. «Abbiamo pensato di dare questo nome alla campagna perché forse può stimolare le menti e risvegliare il lato più misericordioso, razionale ed equilibrato della società», hanno detto i due, precisando che anche alcune ragazze, inizialmente ostili, hanno alla fine appoggiato il progetto.