Lasciano i figli in pizzeria e spariscono, giallo ad Aosta

Una coppia tedesca cena in pizzeria ad Aosta poi, con la scusa di una sigaretta, esce dal locale e abbandona i tre figli piccoli e scompare. Senza auto, soldi o documenti: di loro, un ragazzo e una ragazza tra i 25 e i 24 anni, Ina Caterina Remhof e Sascha Schmidt, non si sa più nulla da domenica scorsa, e la polizia teme per la loro sorte.
I bambini, uno di 5 anni, uno di tre e il più piccolo di appena un anno, sono stati affidati ai servizi sociali. La coppia, convivente in Germania, con problemi economici e una storia di disagio e sembra anche di problemi con la droga, ha alloggiato una sera in un albergo alla periferia di Aosta, l’hotel Jolie, dove non sono più tornati e non hanno pagato il conto della camera. La domenica tutti e cinque sono andati in una pizzeria, Il Capanno, a 200 metri dall’hotel, e lì hanno mangiato una pizza. Improvvisamente, con la scusa di fumarsi una sigaretta, i due giovani escono dal locale, lasciando i tre bambini soli al tavolo. Dopo qualche minuto non vedendoli rientrare, il ristoratore esce fuori a cercarli: i due giovani non ci sono, l’uomo li cerca nel bagno e nel resto del locale e anche lì non li trova. Così chiama il 113 e sul posto arriva una pattuglia di Aosta.
Il bambino più grande, 5 anni, spiega agli agenti dove il compagno della madre aveva lasciato la loro auto, e i poliziotti la trovano nel piazzale dell’albergo, senza benzina. All’interno dell’auto gli agenti hanno anche ritrovato i passaporti della coppia. Sono scattate le ricerche immediate, non si sa ancora al momento come i due si siano allontanati. I tre bambini piccoli sono stati accompagnati in ospedale dove hanno trascorso la prima notte tra domenica e lunedì per accertamenti: il bimbo più grande, di 5 anni, ha raccontato agli agenti che il padre li picchiava.
Informata la procura ordinaria e dei minori di Torino è scattata subito anche l’allerta per i genitori: la questura di Aosta ha avvertito tutte le forze dell’ordine da Ivrea a Torino e attivato la collaborazione del servizio Interpol. Tutta la zona vicino all’hotel è già stata battuta, ma si teme il peggio. La polizia di Aosta ha preso contatti con la madre della giovane in Germania. Sbandati, senza soldi, forse fanno uso di droga, non solo: gli agenti hanno trovato un’agenda della ragazza con strani disegni raffiguranti un manichino col cappio al collo, il timore quindi è che i due giovani si siano allontanati con propositi suicidi. E forse la madre è riuscita a sottrarre al tragico destino i tre bambini, lasciandoli nella pizzeria.