Latina, esplode un appartamento: quattro feriti

Una fuga di gas da una bombola all'origine della deflagrazione che ha ridotto in macerie il palazzo di tre piani tra via Grassi e via Emanuele Filiberto: lo scoppio alle 5,30. I due feriti con ustioni più gravi sono stati trasportati all'ospedale di Pisa

Latina - L'esplosione, poi la palazzina è crollata. È di quattro feriti, di cui due gravissimi, il bilancio dell’esplosione avvenuta all'interno di un appartamento che ha provocato il crollo di parte del palazzo di tre piani tra via Grassi e via Emanuele Filiberto, in pieno centro. Sono stati trasportati in elicottero nel centro grandi ustionati di Pisa i due immigrati, cittadini romeni, rimasti gravemente feriti nell'esplosione avvenuta stamani in uno stabile nel centro di Latina. I due sono in gravi condizioni e hanno ustioni su tutto il corpo. Un terzo cittadino romeno, coinquilino dei due, è stato invece trasferito al centro specializzato dell'ospedale Cardarelli di Napoli. Una ragazza di 18 anni, anche lei romena, è ricoverata nel reparto di chirurgia dell’ospedale Goretti di Latina e le sue condizioni non sono gravi.

Le cause L'esplosione, avvenuta nel quartiere popolare Nicolosi poco distante dal centro, è stata provocata con ogni probabilità dal gas di una bombola al secondo piano dello stabile. Intorno alle 5,30 i residenti sono stati svegliati da un boato e si sono riversati in strada. Sul posto stanno operando squadre dei vigili del fuoco. Secondo una prima ricostruzione fatta dai pompieri, l’ambiente era saturo di gas e quando, alle prime ore della mattina, è stata accesa la luce la deflagrazione è stata inevitabile.