Latina, quattro ventenni morti in un incidente

Quattro giovani con un'età compresa tra i 20 e i 22 anni hanno perso la vita in uno scontro stradale: andavno a festeggiare il compleanno. Il guidatore ha perso il controllo, l'auto si è schiantata contro una quercia ed è finita in un fosso

Latina - Avevano tutti tra i 20 e i 22 anni i quattro giovani che hanno perso la vita a Cisterna di Latina in un incidente stradale. La loro auto una Mercedes C200, secondo i primi rilievi, probabilmente per l’alta velocità, ha sbandato colpendo con violenza contro una quercia e finendo in un fosso capottandosi. I giovani sarebbero morti sul colpo, tanto che i soccorsi non hanno potuto far altro che constatare i loro decessi. I vigili del fuoco hanno dovuto lavorare due ore per estrarre i corpi dalle lamiere contorte. L’incidente è avvenuto in aperta campagna sulla provinciale che da Cisterna porta ad Aprilia.

Il guidatore Stefano Taborro è nipote di Domenico Taboro, fino a qualche mese fa presidente del consiglio comunale di Cisterna di Latina e attualmente presidente della SC Cisterna, la squadra di calcio locale che milita nel campionato di eccellenza. La Mercedes 5.000 è di proprietà del padre del ragazzo ed è prima finita contro una quercia, poi contro un albero più piccolo, precipitando infine in una fossato. Corpi e auto si sono presentati irriconoscibili agli occhi di soccorritori e parenti delle vittime.

Le vittime Sono Stefano Taborro, Gianluca Giarola, Alessio Simonelli, tutti di 20 anni, e Daniele Danieli, 21 anni, le quattro giovani vittime. Decine di parenti, amici delle vittime e residenti della zona si sono raccolti per tutta la notte intorno al luogo dell’incidente e per ore, chiusi in un dolore composto, hanno assistito da lontano alle operazioni di carabinieri e vigili del fuoco. Due delle vittime, Stefano Taborro e Gianluca Giarola, sono state subito identificate, gli altri erano invece sprovvisti di documento di identità e il riconoscimento è stato difficoltoso. Difficile è stato anche estrarre una delle vittime dalla Mercedes blu accartocciata su stessa e rovesciata dentro il fossato. I corpi sono stati trasferiti all’obitorio di Cisterna in attesa dell’autopsia.

Compleanno Stavano andando a festeggiare il compleanno di uno di loro i quattro ragazzi morti la scorsa notte nell’incidente stradale avvenuto lungo la strada provinciale per Aprilia. A dover festeggiare era Daniele Danieli che aveva compiuto 21 anni il 21 aprile scorso. I quattro viaggiavano in direzione Aprilia e avevano dato appuntamento ad altri amici a casa di Gianluca Giarola per fare festa, ma durante il tragitto la Mercedes ha sbandato ed è finita contro un albero e poi in un fosso lungo la carreggiata. Due delle vittime, Daniele e Stefano, erano studenti universitari, mentre Alessio frequentava l’ultimo anno delle scuole superiori.

La dinamica Ancora oscure, intanto, la causa e l’esatta dinamica dell’incidente. La strada, priva di illuminazione, si trova in una zona di campagna appena fuori dalla cittadina di Cisterna. Sull’asfalto nessun segno di frenata. I quattro amici, tutti di Cisterna, viaggiavano in direzione Aprilia a bordo dell'auto di grossa cilindrata quando il conducente ha improvvisamente perso il controllo del mezzo, lungo il rettilineo, invadendo l’opposta corsia di marcia e finendo fuori strada. La Mercedes ha colpito violentemente un albero sul ciglio della carreggiata e è poi finita in un fossato. Oltre tre ore di lavoro di una squadra dei vigili del fuoco sono state necessarie per tagliare le lamiere ed estrarre i corpi dei quattro giovani.