Latte per bambini contaminato Il gip archivia l’indagine sull’Itx

da Milano

«Non esiste prova che l’assunzione di Itx per via alimentare rappresenti, da subito, un pericolo significativo in termini di tossicità». Con questa motivazione il gip ha archiviato l’indagine sull’Itx, sostanza presente fino al novembre 2005 in alcune confezioni di latte per l’infanzia, in particolare Milupa e Nestlè. Per il giudice non vi è alcuna prova, in particolare, «che Itx abbia diminuito la qualità degli alimenti, né che abbia variato la composizione naturale degli alimenti che ne venivano a contatto». Tuttavia «il consulente non ha escluso che la tossicità di Itx possa essere rilevata in caso di assunzione per lunghi periodi». All’archiviazione chiesta dal pm, si erano opposti i genitori di alcuni bambini ma per il giudice «non vi è alcuna ragione scientifica per ritenere che esista un nesso di causalità fra la presenza di Itx nel latte assunto dai figli dei querelanti e le malattie patite».