Latte infanzia Ascoli spedisce gli atti a Milano

Un mezzo del Corpo forestale dello Stato è partito ieri da Ascoli Piceno per Milano con i faldoni dell’inchiesta aperta sui prodotti per l’infanzia contaminati da Itx. Gli atti vanno consegnati per competenza alla Procura del capoluogo lombardo, città dove hanno sede le filiali italiane di Nestlè e Milupa, le aziende produttrici del latte in cui è stata trovata disciolta la sostanza chimica utilizzata per il fissaggio dell’inchiostro degli imballaggi in tetrapak. Si tratta di centinaia di pagine di accertamenti, esami di laboratorio, risultanze di interrogatori, pareri tecnici e una relazione di accompagnamento con cui si chiede in pratica ai magistrati milanesi di indagare ancora sulla tossicità o meno dell’Itx, affidando nel caso le analisi a un pool di esperti - chimici e tossicologi - internazionali. La Procura di Milano dovrebbe poi anche eventualmente integrare il quadro delle persone indagate e appurare se le aziende produttrici di latte fossero a conoscenza della contaminazione da Itx prima ancora che scattasse l’inchiesta.