Latte inquinato: esami a campione nei supermercati

Le Asl liguri, a partire da oggi, e dopo un censimento, faranno campionamenti presso le aziende della regione produttrici di alimenti confezionati in Tetra Pak: è quanto è stato stabilito ieri in una riunione del servizio di prevenzione della Regione Liguria.
Le misure - spiegano dalla Regione - sono state estese a vari tipi di alimenti, per maggior sicurezza, anche se nella riunione che si è tenuta ieri presso il Ministero della salute, le indicazioni riguardavano il latte ed i suoi derivati.
Secondo quanto si è appreso, in questi giorni sono già stati effettuati accertamenti in ospedali, asili nido e mense, sui quali sono in corso controlli. Qualora ci fossero riscontri di tracce ITX negli alimenti, le segnalazioni saranno inoltrate al corpo forestale dello stato, competente per i sequestri.
Le misure sono state decise in attesa delle indicazioni da parte dell'Autorità europea della sicurezza alimentare, che dovrebbe esprimersi il 7 dicembre.
Nel frattempo, il Comitato permanente europeo per la salute della catena alimentare ha espresso il parere che non vi sia necessità di intraprendere misure come il ritiro dalla vendita di questi prodotti.
Intanto proseguono le indagini degli inquirenti per accertare eventuali responsabilità nel mettere in commercio il latte inquinato. Si ritiene che anche alcuni grossi gruppi potrebbero essere presto chiamati in causa per rendere conto della merce attualmente sottoposta agli esami scientifici.