Latte, Zaia: solo chi pagherà le multe avrà la nuove quote 

Le aziende che hanno sforato il loro plafond di produzione di latte «dovranno pagare la loro multa per poter regolarizzare la produzione» e avere assegnate le nuove quote. Lo ha ribadito il ministro dell’Agricoltura Luca Zaia rispondendo oggi al question time alla Camera sulle quote latte. Il ministro, chiudendo a Bruxelles lo scorso 19 novembre il negoziato sulla Pac, ha guadagnato all’Italia 600.000 tonnellate di latte in produzione in più sanando una vertenza costata all’Italia più di 3 mld di euro di multe. Ora il Mipaaf sta preparando un decreto per rendere operativo l’accordo. «Il decreto al quale stiamo lavorando - ha detto Zaia - sarà rispettoso delle parti, della legge 119, ed è guidato dalla filosofia di regolarizzare le produzioni». Accanto a chi ha sforato la quota c’è poi la posizione delle aziende che hanno rispettato la legge senza sforare. «Anche a queste aziende bisognerà dare una risposta», ha detto Zaia e poi a cascata «dare una prospettiva di produzione anche ai giovani e alle zone svantaggiate».

Entro la metà di gennaio il decreto sulle quote latte sarà presentato in consiglio dei ministri, data utile visto che la campagna di produzione inizia al primo aprile 2009. «Se il decreto avrà il voto positivo delle camere - ha aggiunto Zaia - questo ci permetterà di tornare a fronte alta in Europa e anche di avere più potere contrattuale in sede negoziale».